OROSIA CONDIVIDE “LA VIA DEGLI SPAVENTAPASSERI”

A  Morsasco (AL) nasce “La via degli Spaventapasseri”, inaugurazione sabato 30 giugno 2018

Fino all’autunno il borgo antico, le porte, i giardini e i campi si popolano di spaventapasseri.

A Morsasco grazie ai suoi abitanti e al Comune è nata una nuova iniziativa dedicata agli spaventapasseri: i  morsaschesi, infatti, stanno lavorando per popolare il territorio comunale dei simpatici personaggi, simbolo dell’estate.

Fino all’autunno sarà possibile passeggiare tra le vie del centro e lungo le strade di campagna per incontrare questi simpatici personaggi. Per dare avvio all’iniziativa, sabato 30 giugno è stata organizzata una passeggiatache dal castello si snoderà tra le vie del centro per andare in piena campagna fino alle terre del marchese oggi destinate e vigneti e noccioleti. I visitatori, infatti, arriveranno fino a Tenuta Tevoli, nelle terre, un tempo, parte del feudo, giungendo ai confini con il Comune di Trisobbio.

La camminata è lunga circa 6 chilometri andata e ritornocon qualche sali e scendi ma comunque facile e agevole per tutti, accompagnati da Alberto Ricca, guida naturalistica. Nella tenuta i camminatori avranno la piacevole sorpresa di poter assistere a un mini torneo di tiro con l’arco degli “Arcieri della Paglia” che gareggeranno per i castelli di Morsasco, Prasco, Orsara Bormida e Trisobbio. Per tutti, al termine, la merenda sinoira nel ciabot della tenuta con l’occasione di degustare i vini lì prodotti.

Tevoli rientra nelle proprietà dell’azienda agricola “Villa Felice” di Cassine che produce vini pregiati del territorio come l’Albarossa e il brachetto passito. L’azienda è di proprietà di Renata Cellerino, nota per essere la Presidente delle Donne del Vino del Piemonte, che ha acquisito la tenuta dal principe Domenico Pallavicino della dinastia di Genova che, nel 1916, aveva avuto il castello, i terreni e le cascine da un altro principe genovese, Giulio Centurione Scotto.

Al momento dell’acquisto i terreni erano incolti e il bosco regnava sovrano, tuttavia la posizione per ripiantare le vigne e il noccioleto erano ottime: Renata Cellerino, con molta passione, ha iniziato l’opera di disboscamento e ha iniziato a impiantare vitigni autoctoni come l’albarossa, il dolcetto di Ovada, lo Chardonnay, il brachetto e il pinot nero che, nei prossimi anni, darà vita all’Alta Langa di Villa Felice. Ridisegnata la geografia delle produzioni si è delineato un percorso di visita naturale: un anello di circa 3,5 km che consente di passeggiare in uno scenario naturalistico particolarmente pregevole. Il panorama della Tenuta è chiuso nell’orizzonte creato dallo scenario naturale dei castelli di Morsasco e quello di Trisobbio.

E’ nata così la collaborazione con il castello di Morsasco che ha portato all’individuazione di una passeggiata a piedi che unisce i due luoghi, un tempo della stessa proprietà, con un itinerario variabile dai 6 ai 10 chilometri.

Per sabato 30 giugno, per chi desidera, alle 15 visita guidata al castello di Morsasco e alle ore 16,30 ritrovo presso la Fioraia di Sandra Scazzola per la partenza della scampagnata.

Il tour del castello parte dalla porta d’ingresso del borgo medievale del XIII secolo, quando è nato il comune di Morsasco e dove era anche posizionata la ‘Casa del Boia’. Qui venivano eseguite le condanne a morte per impiccagione e inflitti i caratteristici ‘tratti di corda’, al tempo una semplice punizione per vari reati. La visita prosegue al giardino del castello da cui si gode una vista spettacolare sulle colline del Monferrato e sugli Appennini. All’interno si visita parte del piano nobile, la cappella del XVIII secolo, le prigioni, perfettamente conservate nella torre del XIII secolo, l’antica polveriera, i granai con una collezione di manodomestici del XIX secolo e le cantine con le antiche grandi botti che arrivavano a contenere fino a ventimila litri di vino singolarmente.

La passeggiata è su prenotazione entro il 26 giugno: tel.3343769833; laviadeglispaventapasseri@gmail.com; Visita al castello con merendino 22€ a persona; tariffa famiglia fino a 2 figli: 50€, solo merendino 17€ e solo castello 8,00€.

www.castelliaperti.it; www.villafelice.it

 

OROSIA AL BOCUSE D’OR OFF 2018

 

11 giugno 2018 

L’ “Erbaluce Day”, organizzato da Confagricoltura Torino in collaborazione con il Consorzio Caluso Carema Canavese, il Consorzio Operatori Turistici Valli del Canavese e i Ristoranti della Tradizione Canavesana, è il più  importante evento dedicato ai vini docg della provincia di Torino.

Quest’anno si terrà Lunedì 11 giugno a Palazzo Birago nella  sede istituzionale della Camera di commercio di Torino.

Sono presenti i vini OROSIA insieme al Cieck, Ferrando, Giacometto, Gnavi, La Masera, Orsolani, Podere Macellio, Santa Clelia, Castello D’Azeglio, Cantina della Serra, Cooperativa produttori Erbaluce di Caluso.

Il programma è collegato alla competizione mondiale di alta cucina, il  Bocuse d’or” che per la prima volta approda nel capoluogo piemontese.

ERBALUCE: L’ORO DEL CANAVESE

 

6 Maggio 2018

VI ASPETTIAMO A PORTE APERTE per visitare la VIGNA , le nostre CREATURE ANIMALI , e assaggiare OROSIA  e MACALPUNT.
Attenzione: se usate il navigatore scrivete BOLLENGO, VIA PIANE INFERIORI 11 e non 7.
In ogni caso troverete dei cartelli all’imbocco della via Piane dalla Strada di Palazzo. Se le prendete di qui vi troverete il nostro passo carraio a destra, una piccola rampa di acciottolato.
Se prendete la via dalla panoramica della Serra dove c’è il bel campanile di San Pietro e Paolo in Pessano, vi troverete il nostro ingresso a sinistra. Attenzione a non mancarlo perché è rientrante.
Buona passeggiata e degustazione !
E Orosia Slow and Swing !

 

IL VINO  E LA STORIA DEL GRANDE TORINO

4 maggio 2018

Il libro di Flavio Pieranni “Mach ël destin a l’ha poduje fërmé”: la storia del Grande Torino in piemontese, edito da Bradipolibri  è stato presentato, ieri sera, venerdì 4 maggio a Bollengo presso la sala conferenze della Nuova Torre.

Presenti il Sindaco Sergio Luigi Ricca, Caterina Andorno, presidente del Consorzio di Tutela e Valorizzazione dei vini DOCG Caluso e DOC Carema e Canavese, la traduttrice del testo Docente di Lingua Piemontese, Vittoria Minetti con la prefazione di Mario Brusa, eccellenza torinese del panorama artistico italiano.

Nell’occasione è stato presentato al pubblico:

-il vino Orosia classico e Macalpunt di Piovano.

-lo spumante metodo Martinotti della cantina sociale della Serra.

MACALPUNT – Orosia è un esperimento con Cieck per un vino senza solfiti, il cosiddetto naturale. I solfiti sono ottenuti in modo naturale dalla vinificazione con le bucce.

La Prof.ssa  Vittoria Minetti ha scritto sull’etichetta di Macalpunt come si scrive per davvero e ha spiegato il vero significato della filosofia.

OROSIA| 4^ Edizione “L’ORO È IN CAMPAGNA”

18 aprile 2018

La Proloco di Caluso, Sabato 21 e domenica 22 aprile promuove a Caluso in Piazza in Piazza Actis Perinetti  -Area Mercatale-  la Quarta Edizione de:

“L’ORO È IN CAMPAGNA” – LA CAMPAGNA, LA VIGNA, L’ORTO E LA FATTORIA .

Dalle radici preziose della nostra storia e della conoscenza dei nostri grandi vecchi un grande impulso ai giovani che vogliono creare le lore micro- imprese.

Le specialità proposte della Pro Loco sono delle terre Erbaluce.

Armando Sammartino

Ci sarà anche il banchetto con i vini Orosia “presediuto” da Armando Sammartino.

Vi aspettiamo!

“I GIORNI DI OROSIA” 2^ EDIZIONE | CONVEGNO NUOVA TORRE DI BOLLENGO

Nuova Torre di Bollengo


Domenica 18 marzo 2018 – Seconda giornata intensa de “I GIORNI DI OROSIA” all’interno della sala Nuova Torre di Bollengo. Il tema del convegno :  “IL PELLEGRINAGGIO”.

Il convegno è iniziato con Luigi Giario Fraire del Villaggio Solidale Artaban di Burolo che ha raccontato  “Esperienze di vita comunitaria”.

Elena Testa, responsabile dell’Archivio Nazionale Cinema d’Impresa ha poi presentato due film dedicati ai pellegrinaggi aziendali organizzati tra la fine degli anni ‘50 e l’inizio dei ‘60 da Fiat e Olivetti.

Il paese dell’anima di Victor De Sanctis e Remigio Del Grosso e Pellegrinaggio a Lourdes di Aristide Bosio.

Massimo Tedeschi, presidente dell’Associazione Europea delle Vie Francigene, e il sindaco Luigi Ricca  hanno discusso sulla tema della Via Francigena”.

Gli architetti Alessandro Gastaldo Brac e Alberto Beata hanno presentato il progetto di restauro della “Chiesetta di Sant’Eurosia e della realizzazione dell’Ecomuseo del Pellegrinaggio.

Pausa con lo Street Food“ curato dall’azienda agricola Motta Fré che ha proposto la vera miassa da farina di mais macinata a pietra.

Finiscono “I giorni di orosia” con il il bellissimo film – documentario  ancora nelle sale italiane FREE TO RUN di Pierre Morath, con la voce del d.j. Linus.

“I GIORNI DI OROSIA” 2^ EDIZIONE | LA PASSEGGIATA ENO-CULTURAL- GASTRONOMICA

17 marzo 2018.

A causa della pioggia si è svolta  “VIRTUALMENTE” nello Spazio Multiuso di Bollengo con proiezioni e interventi  “La passeggiata eno‐cultural‐gastronomica”, in 8 tappe prevista per la per 2^ edizione dei  I giorni di Orosia.

Tutti hanno ricevuto una mappa ed un passaporto ed i primi cento accreditati hanno ricevuto in regalo uno zainetto ed una borraccia.

I brani della Fisaorchestra Pietro Deiro  hanno intervallato,  sia gli interventi che le proiezioni con le foto delle varie tappe: la Nuova Torre di Bollengo, la strada panoramica via Monte, la centrale via Ricca, la bellissima piazzetta restaurata in via Cossavella, la chiesetta di San Bernardo, la recente ristrutturazione della tenuta Ugo, il laghetto artificiale per le emergenze degli incendi boschivi,  il Ciucarun, il panorama del Mulino delle Rose, l’uliveto Levratt, il Bosco dei Vasconi, l’Avel e la chiesetta di San Pietro e Paolo in Pessano.

Sono intervenuti:

Don Piero Agrano  che ha illustrato “Il passaggio dell’acqua” sotto la Chiesa di San Bernardo, confluente nell’attiguo “Lavatoio”, ha dialogato insieme ad Angioletta Mazza per ricordare Adriana Zarri, figura di spicco della teologia laica; il sindaco Sergio Luigi Ricca  ha raccontato la storia del famoso  “Ciucarùn” e il suo commento sulla strada cosiddetta “Romana” (ma forse alto medievale) che porta al fantastico “Avel”; Emanuela Piovano insieme al vicepresidente regionale Confagricoltura Sergio Tos, ha dato via al concorso “Laboratorio del gusto” con  la felice partecipazione di parecchi bambini; Caterina Andorno, presidente del Consorzio Erbaluce  ha illustrato le principali caratteristiche della DOC. Per finire tutti i produttori presenti hanno presentato la loro azienda con la degustazione dei loro prodotti : i Vini di CANTINA SOCIALE DELLA SERRA, POZZO, LA MASERA, CIECK e OROSIA; i Gelati dell’ ALLAAS.

PETIT PAYSAN A BOLLENGO ANTEPRIMA NAZIONALE PER “ I GIORNI DI OROSIA”

17 marzo 2018

La 2^ Edizione “I giorni di Orosia” con la direzione artistica di Emanuela Piovano, quest’anno dedicato al tema del pellegrinaggio con spettacoli ed iniziative per dar vita a riflessioni sulle buone relazioni, la valorizzazione dell’ambiente e la conoscenza e la promozione dei prodotti enogastronomici locali.

Sabato 17 marzo dopo una passeggiata virtuale, data la pioggia, nella chiesa dei Santi Pietro e Paolo in Pessano il concerto di fisarmoniche della Fisaorchestra “Pietro Deiro” per accogliere l’attesissima anteprima nazionale del film “Petit paysan–Un eroe singolare”, vincitore di tre César alla presenza del regista Hubert Charuel e di Lodovico Actis Perinetto, presidente regionale della Confederazione Italiana Agricoltori.

Hanno partecipato alla proiezione molti esponenti della cultura e dello spettacolo.

Il film campione di incassi in Francia, esce nelle sale italiane, distribuzione No.Mad.

Orosia di sera bel tempo si spera e non si dispera

2^ Edizione  I giorni di Orosia 17 e 18 marzo!
Carissimi Orosiani,
nel caso di maltempo, la “passeggiata eno-cultural-gastronomica”, sabato, come sapete, abbiamo già da tempo organizzato un “cover set” che renderà l’evento ancora più gustoso !
Pertanto, in caso di pioggia, vi diamo appuntamento sempre alle 10,00 al PLURIUSO DI BOLLENGO, via Biella, praticamente l’ingresso dello stadio.
Non vi scoraggiate ! e aderite !
Vedrete che ci sarà anche movimento, muscolare e cerebrale GARANTITO !
Ecco la mail e i numeri per iscrivervi.
Armando 333 97 10 400
Siete ancora in tempo: costa 15 euro per gli adulti e 10 euro per i bambini sotto i 14 anni.
Mangerete, berrete, e seguirete una passeggiata virtuale che vi porterà ancora più lontano. E per i bambini una gara di GUSTOLOGIA a premi.
Anche gli zainetti omaggio e i timbri sul passaporto non mancheranno!
Nel  pomeriggio l’anteprima nazionale alla presenza del regista Hubert Charuel  premiato ai  César 2018  – Miglior opera prima – Miglior attrice non protagonista: Sara Giraudeau.
PETIT PAYSAN- Un eroe singolare
 Ingresso libero
 Vi aspettiamo !