3^ EDIZIONE | I GIORNI DI OROSIA 2019 | 16 -17 MARZO BOLLENGO (TO)

PROGRAMMA DEFINITIVO

La novità di questa terza edizione 2019 consiste nell’unire al convegno pubblico quello privato.

Da più di vent’anni la costituenda associazione OROSIA organizza un incontro dal titolo “Conversazioni in Inverno su stili e Progetti di vita” all’interno della CASA MAGNOLIA a Bollengo, residenza dei soci. In questa occasione viene allestito un piccolo palco in “cucina” dove alcuni personaggi scelti raccontano le loro storie alla presenza di 60 invitati.  Gli abitanti della Magnolia, animatori di Orosia, intervengono con un filo conduttore teatrale e musicale, facendo a loro volta il punto sull’anno passato insieme.

A questo evento dal 2017 si è affiancato il convegno I GIORNI DI OROSIA, in collaborazione con il Comune di Bollengo e la Pro Loco. Qui la riflessione sugli stili di vita si allarga a comprendere riflessioni sul territorio, i rapporti con il locale, il racconto più ufficiale di enti e personalità impegnati nella sua valorizzazione e scoperta.

Quest’anno il convegno privato sarà per la prima volta aperto al pubblico, e alcuni dei 60 posti saranno messi a disposizione per chiunque voglia prenotarsi.

SABATO 16 MARZO  BROCHURE DEL 16 MARZO

Ore 14,30 presso CASA MAGNOLIA – Apertura del convegno dal titolo “IN UN VANO PENSIERO” – Conversazioni in Inverno su stili e progetti di Vita.

Possono partecipare soltanto gli invitati e i prenotati a ingresso libero.

  • Interventi fino alle 20,00
  • Ore 20,30 Cena a cura della Pro Loco

DOMENICA 17 MARZO  BROCHURE DEL 17 MARZO

Ore 10,00 – presso la NUOVA TORRE di Bollengo – Apertura dell’evento dal titolo “LA BUONA VITA” – I GIORNI DI OROSIA 2019.

Ore 10,15 – Proiezione del film di Dominique Marchais NESSUN UOMO È UN’ISOLA, alla presenza del regista.

Ore 11,45 – Tavola rotonda con il regista, uno dei protagonisti italiani del film: Roberto Li Calzi della cooperativa agricola LE GALLINE FELICI di Catania e Ercole Zuccaro, Direttore Confagricoltura Torino.

Ore 12,30 – Viti”culture” a rapporto: Ilaria Salvetti racconta il suo Passito di Caluso Bio.

Ore 13,00 – Degustazione di Orosia, Salvetti e  Street Food davanti alla NUOVA TORRE a cura di Martino Motta Fré e Cascina dell’ALLAAS (Miasse e prodotti locali).

Ore 14,30 – Apertura della seconda parte del convegno: Susanna Cielo racconta il progetto Orosia

Ore 15,00 – Elena Testa, responsabile Archivio Nazionale Cinema di Impresa racconta i tre corti: IL DOPOLAVORO in tre realtà imprenditoriali: FIAT, OLIVETTI,EDISON con un inedito di Ermanno Olmi.

Ore 16,00 – Tavola rotonda COLTURE,CULTURE, MANIFATTURE:  PERCHÉ UN LUOGO È MEMORABILE  alla presenza del Sindaco di Ivrea Stefano Sertoli, del Sindaco di Bollengo Sergio Luigi Ricca, del coordinatore del Sito UNESCO “Ivrea, città industriale del XX secolo”, Renato Lavarini e di Armando Michelizza, già assessore alla cultura di Ivrea.

Ore 17,00 – Proiezione del film vincitore della sezione doc del Torino Film Festival 2018, IN QUESTO MONDO di Anna Kauber, alla presenza della regista e di Alessandro Gaido, presidente Piemonte Movie già fondatore di Glocal Film Festival.

Ore 18,30 – Chiusura dei lavori.

 

IL VINO  E LA STORIA DEL GRANDE TORINO

4 maggio 2018

Il libro di Flavio Pieranni “Mach ël destin a l’ha poduje fërmé”: la storia del Grande Torino in piemontese, edito da Bradipolibri  è stato presentato, ieri sera, venerdì 4 maggio a Bollengo presso la sala conferenze della Nuova Torre.

Presenti il Sindaco Sergio Luigi Ricca, Caterina Andorno, presidente del Consorzio di Tutela e Valorizzazione dei vini DOCG Caluso e DOC Carema e Canavese, la traduttrice del testo Docente di Lingua Piemontese, Vittoria Minetti con la prefazione di Mario Brusa, eccellenza torinese del panorama artistico italiano.

Nell’occasione è stato presentato al pubblico:

-il vino Orosia classico e Macalpunt di Piovano.

-lo spumante metodo Martinotti della cantina sociale della Serra.

MACALPUNT – Orosia è un esperimento con Cieck per un vino senza solfiti, il cosiddetto naturale. I solfiti sono ottenuti in modo naturale dalla vinificazione con le bucce.

La Prof.ssa  Vittoria Minetti ha scritto sull’etichetta di Macalpunt come si scrive per davvero e ha spiegato il vero significato della filosofia.

“I GIORNI DI OROSIA” 2^ EDIZIONE | LA PASSEGGIATA ENO-CULTURAL- GASTRONOMICA

17 marzo 2018.

A causa della pioggia si è svolta  “VIRTUALMENTE” nello Spazio Multiuso di Bollengo con proiezioni e interventi  “La passeggiata eno‐cultural‐gastronomica”, in 8 tappe prevista per la per 2^ edizione dei  I giorni di Orosia.

Tutti hanno ricevuto una mappa ed un passaporto ed i primi cento accreditati hanno ricevuto in regalo uno zainetto ed una borraccia.

I brani della Fisaorchestra Pietro Deiro  hanno intervallato,  sia gli interventi che le proiezioni con le foto delle varie tappe: la Nuova Torre di Bollengo, la strada panoramica via Monte, la centrale via Ricca, la bellissima piazzetta restaurata in via Cossavella, la chiesetta di San Bernardo, la recente ristrutturazione della tenuta Ugo, il laghetto artificiale per le emergenze degli incendi boschivi,  il Ciucarun, il panorama del Mulino delle Rose, l’uliveto Levratt, il Bosco dei Vasconi, l’Avel e la chiesetta di San Pietro e Paolo in Pessano.

Sono intervenuti:

Don Piero Agrano  che ha illustrato “Il passaggio dell’acqua” sotto la Chiesa di San Bernardo, confluente nell’attiguo “Lavatoio”, ha dialogato insieme ad Angioletta Mazza per ricordare Adriana Zarri, figura di spicco della teologia laica; il sindaco Sergio Luigi Ricca  ha raccontato la storia del famoso  “Ciucarùn” e il suo commento sulla strada cosiddetta “Romana” (ma forse alto medievale) che porta al fantastico “Avel”; Emanuela Piovano insieme al vicepresidente regionale Confagricoltura Sergio Tos, ha dato via al concorso “Laboratorio del gusto” con  la felice partecipazione di parecchi bambini; Caterina Andorno, presidente del Consorzio Erbaluce  ha illustrato le principali caratteristiche della DOC. Per finire tutti i produttori presenti hanno presentato la loro azienda con la degustazione dei loro prodotti : i Vini di CANTINA SOCIALE DELLA SERRA, POZZO, LA MASERA, CIECK e OROSIA; i Gelati dell’ ALLAAS.